In questa sezione sperimentiamo un sistema di elaborazione partecipata delle proposte di legge a mia firma.

Per poter collaborare a costruire la Legge quadro sulla disabilità della regione Lazio, invito Associazioni, operatori del settore, cittadini e chiunque sia competente in materia a darci un contributo prima che la proposta inizi il suo iter formale in Consiglio.

Tramite la nostra piattaforma partecipativa avete diversi modi di contribuire:

2. potete inviarmi una mail all’indirizzo segrgrippo@regione.lazio.it indicando quali articoli volete emendare.

3. potete commentare direttamente gli articoli della legge qui e vedere gli altri suggerimenti della community.

Indice

TITOLO I – Disposizioni generali

CAPO I – Disposizioni in materia di trasparenza, organizzazione e semplificazione amministrativa

CAPO II – Ripartizione delle funzioni amministrative

CAPO III – Organismi di consultazione e partecipazione

TITOLO II – Interventi

CAPO I – Programmazione degli interventi

CAPO II – Tipologie di intervento

TITOLO III – Disposizioni relative alla gestione degli impianti sportivi

CAPO I – Impianti di proprietà degli enti locali. Affidamento della gestione

  • Art. 26 (Soggetti affidatari)
  • Art. 27 (Regolamento locale)
  • Art. 28 (Convenzioni)

CAPO II – Impianti sportivi complementari gestiti con finalità d’impresa

  • Art. 29 (Requisiti degli impianti. Apertura ed esercizio)

TITOLO IV – Disposizioni in materia di salute delle attività sportiva e amatoriale

CAPO I – Disposizioni in materia di tutela della salute e delle attività sportiva e matoriale

Sezione I – Tutela sanitaria dell’attività sportiva

  • Art. 30 (Oggetto)
  • Art. 31 (Tutela sanitaria dei soggetti che praticano l’attività sportiva agonistica)
  • Art. 32 (Tutela sanitaria dei soggetti che praticano l’attività sportiva amatoriale)
  • Art. 33 (Tutela sanitaria delle persone con disabilità che praticano l’attività sportiva)
  • Art. 34 (Tutela sanitaria dei soggetti che praticano attività sportiva di particolare ed elevato impegno cardiovascolare)
  • Art. 35 (Libretto sanitario sportivo telematico)
  • Art. 36 (Idoneità e non idoneità alla pratica sportiva agonistica)
  • Art. 37 (Ricorso avverso il giudizio di non idoneità alla pratica sportiva agonitica)
  • Art. 38 (Commissione medica regionale)
  • Art. 39 (Obblighi degli enti sportivi)
  • Art. 40 (Elenco degli specialisti in medicina dello sport)
  • Art. 41 (Tariffw per la certificazione medico-sportiva)
  • Art. 42 (Requisiti degli ambulatori e degli studi medici privati)
  • Art. 43 (Vigilanza e controllo)
  • Art. 44 (Controlli anti-doping)
  • Art. 45 (Comitato tecnico-consultivo per la medicina dello sport)

Sezione II – Tutela sanitaria dell’attività amatoriale

  • Art. 46 (Certificazione)

CAPO II – Disposizioni in materia di sicurezza nello sport

  • Art. 47 (Tutela del praticante)
  • Art. 48 (Sanzioni)

TITOLO V – Disciplina della professione di maestro di sci e ordinamento delle scuole di sci

CAPO I – Disposizioni generali

  • Art. 49 (Oggetto)
  • Art. 50 (Definizione della professione di maestro di sci)
  • Art. 51 (Aree sciistiche)
  • Art. 52 (Scuole di sci)

CAPO II – Albo professionale e organi di autogoverno dei maestri di sci

  • Art. 53 (Albo professionale regionale dei maestri di sci)
  • Art. 54 (Requisiti per l’iscrizione all’albo professionale regionale dei maestri di sci)
  • Art. 55 (Iscrizione all’albo professionale regionale dei maestri di sci provenienti da altre Regioni o dalle provincie autonome)
  • Art. 56 (Esercizio temporaneo della professione nel territorio regionale
  • Art. 57 (Maestri di sci di altri Stati)
  • Art. 58 (Collegio regionale dei maestri di sci)
  • Art. 59 (Competenze dell’assemblea del collegio regionale dei maestri di sci)
  • Art. 60 (Competenze del consiglio direttivo del collegio regionale dei maestri dis ci)
  • Art. 61 (Competenze del presidente del collegio regionale dei maestri di sci)

CAPO III – Abilitazione all’esercizio della professione di maestro di sci

  • Art. 62 (Abilitazione tecnico-didattico-culturale)
  • Art. 63 (Prova dimostrativa attitudinale pratica)
  • Art. 64 (Corsi di formazione professionale)
  • Art. 65 (Prove d’esame)
  • Art. 66 (Commissione d’esame)
  • Art. 67 (Corsi di specializzazione)
  • Art. 68 (Corsi di aggiornamento professionale e validità dell’iscrizione all’albo professionale regionale dei maestri di sci)
  • Art. 69 (Corsi interregionali)
  • Art. 70 (Onere finanziario per l’organizzazione dei corsi)

CAPO IV – Istituzione ed organizzazione delle scuole sci

  • Art. 71 (Elenco regionale delle scuole sci)
  • Art. 72 (Requisiti per l’iscrizione dell’elenco regionale delle scuole sci)
  • Art. 73 (Modalità per l’iscrizione nell’elenco regionale delle scuole sci)
  • Art. 74 (Cancellazione dall’elenco regionale delle scuole sci)
  • Art. 75 (Doveri dei maestri di sci)
  • Art. 76 (Tariffe professionali)

CAPO V – Disposizioni finali

  • Art. 77 (Vigilanza)
  • Art. 78 (Sanzioni amministrative)

TITOLO VI – Disposizioni finali

  • Art. 79 (Clausola valutativa)
  • Art. 80 (Rispetto della normativa dell’Unione europea sugli aiuti di Stato)
  • Art. 81 (Clausola di salvaguardia)
  • Art. 82 (Disposizioni transitorie)
  • Art. 83 (Clausola di abrogazione espressa)
  • Art. 84 (Modifiche alla legge 6 agosto 1999, n.14 “Organizzazione delle funzioni a livello regionale e locale per la realizzazione del decentramento amministrativo” e successive modifiche)
  • Art. 86 (Abrogazioni)
  • Art. 87 (Fondo unico regionale per lo sport di cittadinanza)
  • Art. 88 (Disposizioni finanziarie)

Allegato A

Allegato B