1. La Regione si impegna al fine di evitare, in ambito sanitario, qualsiasi forma di discriminazione derivante dalla condizione di disabilità.

2. La Regione favorisce il superamento dell’approccio alla disabilità separato e frammentato nelle singole patologie, favorendo una presa in carico globale, mirata alla persona, tenendo conto in modo dinamico dei fattori ambientali e personali, secondo il modello biopsicosociale e assicurando il mantenimento delle migliori condizioni possibili di benessere e autonomia.

3. La Regione prevede percorsi di accompagnamento e accesso facilitato a persone con disabilità psico-fisica grave, nell’ambito della organizzazione dei servizi sanitari volti alla erogazione delle prestazioni specialistiche e di diagnostica strumentale, anche attraverso una specifica qualificazione dei punti di accoglienza ed orientamento presenti nelle aziende sanitarie regionali.

2 thoughts on “Art. 9 (Salute e politiche sociali)”

  1. Si propone di aggiungere un ulteriore paragrafo del seguente tenore: La Regione, avvalendosi anche del supporto delle associazioni, favorisce l’ottenimento di un adeguato supporto psicologico all’interno del percorso terapeutico e assistenziale ed incoraggia e promuove direttamente progetti di riabilitazione specifici altamente professionali

  2. Aggiungere il punto 4: La Regione garantisce, attraverso le strutture sanitarie preposte, un monitoraggio annuale dei pazienti con disabilità gravi, per quanto attiene all’efficacia delle terapie in atto, anche nella prospettiva di sviluppare il potenziale residuo delle capacità neurologiche e psicofisiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.