In occasione di Succot, la terza festa del mese ebraico di Tishrei, per la quale da anni la Comunità Ebraica di Roma costruisce una capanna in piazza Barberini, per festeggiare insieme e respirare un’aria di preghiera.

Storicamente, Succot ricorda le capanne che gli antenati costruirono durante la loro permanenza nel deserto, come riferisce la Torà (Lev. 23).

La festa ha avuto inizio la sera di domenica 13 ottobre fino alla sera di domenica 20 ottobre.

Ho partecipato in via istituzionale al quinto giorno di celebrazione, con il rabbino Hazan, la presidente della Comunità Ebraica Ruth Dureghello, l’ambasciatore di Israele presso Roma Dror Eydar e la presidente Ucei Unione Noemi Di Segni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.