(ANSA) – ROMA, 04 LUG – “Con l’approvazione della proposta di legge 28/18 la Regione Lazio raggiungerà due importanti obiettivi: riuscira’ a garantire il diritto sancito dall’art.34 della Costituzione, che prevede parita’ di accesso reale per tutti quelli che vogliono studiare nel Lazio, e a razionalizzare la governance e i costi dell’ente attuatore”. Cosi’ la consigliera regionale Pd Valentina Grippo, relatrice della proposta di legge sul diritto allo studio in queste ore in discussione alla Pisana. “Coinvolgendo gli studenti nei processi decisionali, garantendo trasparenza ed efficienza – aggiunge – la legge rendera’ sistemici quegli interventi, come Torno Subito, l’aumento degli alloggi universitari e delle borse di studio, che in questi anni hanno rivitalizzato le politiche giovanili nel Lazio. Sono orgogliosa che questa legge sia il primo vero provvedimento varato dall’Aula della Pisana – conclude Grippo – non solo per il merito, ma anche come messaggio di una buona politica che decide di partire con i propri lavori da un intervento che pensa alle future generazioni”.(ANSA).

04-LUG-18 15:23 NNNN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.