Dal 5 al 8 maggio Roma ha ospitato la prima tappa della Race for the Cure, iniziativa organizzata da Susan G. Komen Italia per sostenere la Ricerca contro il tumore al seno. Un appuntamento sportivo e culturale di alto livello, che sostengo con convinzione ogni anno e a cui sono felice di aderire.

Quest’anno, al Circo Massimo, l’associazione ha allestito il Villaggio della Salute: un grande spazio con aree mediche e tematiche nelle quali sono stati offerti gratuitamente esami diagnostici di screening per le principali patologie femminili e dove si è potuto partecipare a tante iniziative di sport, fitness, sana alimentazione e benessere psicologico.

Domenica 8 maggio, in particolare, si è tenuto il momento più importante della manifestazione con la corsa di 5 km e la passeggiata di 2 km nel cuore di Roma. Anche Azione, quest’anno, ha partecipato in massa alla manifestazione insieme al suo segretario Carlo Calenda e ai tantissimi ragazzi del centro studi.

Purtroppo, anche se ero iscritta e mi ero già preparata a correre, non ho potuto partecipare, ma sono stata lì con il cuore!

Il Villaggio della Salute, inoltre, ha ospitato una grande area riservata alle vere protagoniste della manifestazione – le “Donne in Rosa” – donne che stanno affrontando o hanno affrontato il tumore del seno. Con la loro testimonianza coraggiosa, oltre a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della diagnosi precoce e mandare un messaggio di forza e speranza, hanno generato un cambiamento culturale nell’approccio alla patologia.

Dopo Roma, toccherà a Bari, Napoli, Bologna, Brescia, Matera e Pescara ospitare questa grande manifestazione. Se volete partecipare alle altre tappe o continuare a donare potete andare su https://www.raceforthecure.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.