ARTICOLO ORIGINARIO

1. La Regione promuove il ruolo sociale dello sport a favore delle persone con disabilità, prevedendo:

a) la più ampia partecipazione alle attività sportive a tutti i livelli;

b) il sostegno all’attività fisico-motoria quale strumento per migliorare le condizioni psico-fisiche e relazionali;

c) l’integrazione sportiva delle atlete e degli atleti, al fine di valorizzare in eguale misura le finalità formative e quelle agonistiche;

d) la partecipazione delle e dei minori alle attività ludiche e ricreative, agli svaghi e allo sport, incluse le attività previste dal sistema scolastico, favorendo in proposito la predisposizione di parchi giochi fruibili e ludoteche prive di barriere;

e) l’accessibilità e la fruibilità degli impianti sportivi alle persone con disabilità ed in particolare delle atlete e degli atleti con disabilità.

EMENDAMENTO ART.12 – APPROVATO IL 14.02.22

1. La Regione promuove, nel rispetto della normativa statale e regionale in materia di sport, il
ruolo sociale dello sport in favore delle persone con disabilità, attraverso:
a) la più ampia partecipazione alle attività sportive a tutti i livelli;
b) il sostegno all’attività fisico-motoria quale strumento per migliorare le condizioni psico-fisiche e relazionali;
c) l’integrazione sportiva delle atlete e degli atleti, al fine di valorizzare in eguale misura le finalità formative e quelle agonistiche;
d) la partecipazione delle e dei minori alle attività ludiche e ricreative, agli svaghi e allo sport, incluse le attività previste dal sistema scolastico, favorendo in proposito la predisposizione di parchi giochi fruibili e ludoteche prive di barriere;
e) l’accessibilità e la fruibilità degli impianti sportivi alle persone con disabilità;
f)la promozione ed il sostegno per la realizzazione di competizioni e campionati regionali, nell’ambito delle discipline sportive riconosciute dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dal movimento Special Olympics;
g) la promozione, la realizzazione e la riqualificazione di luoghi da destinare alla realizzazione di programmi sportivi integrati e inclusivi da parte di enti e organizzazioni pubbliche, private e del Terzo settore;
h) incentivi alle associazioni sportive dilettantistiche che partecipano a campionati nazionali giovanili nazionali nelle varie discipline sportive per persone con disabilità;
i) la predisposizione nelle palestre, nelle piscine, nei centri sportivi, di ausili sportivi per consentire la fruizione dei servizi da parte delle persone con disabilità;
l) la formazione del personale operante nei centri sportivi, in modo da realizzare la più ampia e adeguata accoglienza e orientamento in favore dell’utenza con disabilità.

2 thoughts on “Art. 12 (Promozione sportiva)”

  1. Si propone di aggiungere: f) la fruibilità degli impianti sportivi anche ai portatori di disabilità gravissima attraverso specifici percorsi di accesso ed utilizzo degli impianti medesimi favorendo anche la possibilità di usufruire di programmi riabilitativi mirati

  2. Aggiungere lettera f: un sostegno economico alle associazioni sportive dilettantistiche che partecipino a campionati nazionali giovanili nelle discipline sportive per disabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.